23 aprile 2018

Business Coaching

 

Si definisce coaching il processo attraverso il quale si aiutano individui e gruppi di persone a raggiungere il massimo livello delle proprie capacità potenziali.

Questo processo comporta l’espressione piena della forza delle persone, che vengono aiutate ad aggirare i propri limiti e le proprie barriere perché possano dare il meglio di sé, e vengono indotte a realizzare prestazioni più efficaci in quanto membri di una squadra.

Pertanto, affinché il coaching sia davvero efficace, è necessario che si focalizzi con uguale intensità sia sulle attività da svolgere che sugli aspetti relazionali.

 

Il coaching pone una particolare enfasi sul cambiamento generativo, che si concentra sulla definizione e sul raggiungimento di obiettivi specifici.

Le metodologie di coaching sono “orientate al risultato”, piuttosto che “centrate sul problema”. Tendono ad essere fortemente “centrate sulla soluzione”, ad incentivare lo sviluppo di nuove strategie di pensiero e di azione, piuttosto che cercare di risolvere problemi e conflitti del passato.

 

PERCHE’ RICORRERE AL COACHING?

Molte aziende e molte organizzazioni stanno ricorrendo a questo tipo di coaching per integrare la formazione. Essendo il coaching più focalizzato, contestualizzato e rivolto a target specifici, diventa efficace in affiancamento ai tradizionali metodi di formazione, per ottenere dei risultati reali ma soprattutto incisivi.

La questione fondamentale è la seguente: “Come si può rendere più efficace un’organizzazione attraverso lo sviluppo personale dei singoli manager e leader, sia nella loro attività individuale che nel lavoro di squadra?” Per rispondere praticamente a questa domanda, il business coaching comporta lo svolgimento di una gamma di attività, tra cui:

  • Lo sviluppo personale in linea con gli obiettivi aziendali.
  • La consulenza aziendale su una base “one-to-one”.
  • La trasformazione aziendale attraverso l’allineamento del livello individuale e organizzativo agli obiettivi futuri.

 

QUALI SONO LE QUESTIONI PIÙ COMUNI CHE NELLE AZIENDE IL BUSINESS COACHING È CHIAMATO AD AFFRONTARE?

  • Risolvere i problemi
  • Generare nuove possibilità
  • Fare delle scelte
  • Organizzare le aspettative relative a se stessi e agli altri
  • Comunicare efficacemente
  • Gestire il tempo
  • Apprendere dagli errori del passato
  • Migliorare i rapporti di lavoro
  • Trovare un equilibrio tra vita privata e professionale (work-life balance)

 

COSA SI PROPONE DI FARE IL COACH?

Un “coach” è, letteralmente, un veicolo che si mette a disposizione di una persona affinché essa possa muoversi da un luogo di partenza a un luogo d’arrivo desiderato.

Liberare il potenziale delle persone per massimizzare le loro prestazioni.

Ognuno di noi è simile alla ghianda, ovvero contiene al suo interno tutto il potenziale per diventare una magnifica quercia. L’essenza dell’albero è già dentro di noi: per crescere ci occorre nutrimento, incoraggiamento e luce.

Ciò significa che il coach sia esperto nel coaching, ma non nel tema o nel campo in questione: questo è proprio uno dei suoi maggiori punti di forza!

Quindi l’efficacia di un Coach dipende in gran parte dalle sue convinzioni sul potenziale umano. Le espressioni “tirare fuori il meglio da una persona” e “il tuo potenziale nascosto” implicano che in una persona ci sia qualcosa di più, che aspetta solo di essere liberato.

Se il coach non crede che le persone abbiano più capacità di quelle che stanno dimostrando in quel momento, non sarà in grado di aiutarle a esprimerle. Occorre pensare alle persone non in termini di prestazioni, ma di potenziale.

 

IN QUALI SITUAZIONI PRINCIPALMENTE È APPLICABILE IL COACHING AL LAVORO?

  • Motivare i dipendenti
  • Valutazioni e stime
  • Delegare
  • Performance nei compiti svolti
  • Problem solving
  • Pianificazione e revisione
  • Team building
  • Problemi relazionali
  • Crescita e formazione dei dipendenti

 

QUALI BLOCCHI ESTERNI E INTERNI IMPEDISCONO IL RIVELARSI DEL RESTO DEL POTENZIALE?

I blocchi esterni più frequenti sono:

  • Le strutture e le pratiche restrittive dell’azienda.
  • La mancanza di incoraggiamento e di opportunità.
  • Lo stile di management prevalente dell’azienda/del responsabile.

L’unico blocco interno identificato ha invariabilmente la stessa matrice ed è descritto in vari modi: paura del fallimento, dubbi sulle proprie capacità, mancanza di sicurezza e di fiducia in se stessi.

 

  

QUALI SONO I BENEFICI CHE DERIVANO DAL COACHING?

  • Permettere al cliente di focalizzare i propri obiettivi così come di fare maggior chiarezza sul futuro;
  • Supportarlo nello sviluppo delle sue potenzialità e nella gestione più efficace del tempo e delle priorità;
  • Consentirgli di accrescere la propria soddisfazione personale e professionale attraverso, ad esempio, l’individuazione di azioni concrete capaci di produrre risultati migliori.

Permette ai clienti di liberare il proprio potenziale e di finalizzarlo con successo al raggiungimento di risultati professionali e aziendali.

II coaching offre ai clienti l’opportunità di fermarsi a riflettere sui propri pensieri e comportamenti, e sulle conseguenze su se stessi e sugli altri e il contesto di riferimento, e di osservare da diversi punti di vista l’ambito in cui operano.

Agevola e supporta il cambiamento degli schemi, propri o organizzativi, nel reinventare la propria leadership, per essere esempio e driver di cambiamento (‘passare all’azione’) nell’organizzazione, per mantenere la propria mission personale allineata a quella aziendale.

Il coaching oggi è diffuso nelle aziende soprattutto per sviluppare la leadership dei manager e facilitare i processi decisionali dei team.

 

IL BUSINESS COACHING: PER CHI ?

Aziende

Professionisti

Enti pubblici e privati

Persone

Manager

Executive

Imprenditori

Team leader

High potential

Per le persone che vogliono sviluppare le proprie potenzialità nella professione, nel lavoro e perché no, nella vita.

 

 

IN CONCLUSIONE

Cosa ci limita? Cosa ci serve per raggiungere i nostri obiettivi?

Siamo convinti che ciascuno è sia la persona più indicata per trovare nuove strategie per il raggiungimento dei propri risultati.

Il coach ha il compito di entrare in sintonia, di ispirare a fare il proprio meglio ed aiutare a cercare dentro di se stessi la soluzione alle proprie.

 

Il capitale umano è un asset del futuro, da accompagnare con expertise.

 

La scelta del Coaching si basa anche sulla curiosità. La curiosità di capire la distanza che mi separa tra le mie performance e le mie potenzialità.

Il professor Boyatzis esperto di leadership emotiva sostiene “la Curiosità è a cavallo tra ragione ed emozione”. Nel coaching la ragione è il “Cosa pensi ?” mentre l’emozione è il “Come ti fa sentire?”.

Il coaching è un dono. Siate generosi verso voi stessi e verso gli altri.

Noi ci siamo!

 

 

CHIEDI UNA CONSULENZA

 

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close