IL PIACERE DI DARE POTERE

Video intervista ad Andrea Bettenzani: “IL PIACERE DI DARE POTERE”

  IL PIACERE DI DARE POTERE Cosa ci impedisce di delegare di più? La domanda contiene al suo interno 3 presupposti: in primo luogo noi già deleghiamo, in secondo luogo potremmo delegare di più e infine ci sono alcuni ostacoli alla delega. Che cosa fare per saltare agilmente questi ostacoli?        

DOMANDARE NON E’ PIU’ LECITO… E’ D’OBBLIGO! Che cosa significa valutare? Il presupposto è lo stesso in qualsiasi definizione del termine “valutare”: capire.

Video intervista ad Andrea Bettenzani: “DOMANDARE NON E’ PIU’ LECITO… E’ D’OBBLIGO!”

  DOMANDARE NON E’ PIU’ LECITO… E’ D’OBBLIGO!   Che cosa significa valutare? Il presupposto è lo stesso in qualsiasi definizione del termine “valutare”: capire. Per capire è necessario ascoltare e per avere informazioni da ascoltare è necessario porre domande. Quali regole seguire per non fare del “colloquio di valutazione” un monologo?      Leggi di piùVideo intervista ad Andrea Bettenzani: “DOMANDARE NON E’ PIU’ LECITO… E’ D’OBBLIGO!”[…]

L'abito non fa il monaco - ...mi sono sentito ripetere molte volte che “l’abito non fa il monaco” e credo di poter dare il mio contributo a fare chiarezza su un argomento che, se non fondamentale – anche se io ritengo che lo sia – è senz’altro importante: l’immagine del venditore.

L’abito non fa il monaco. O no?

di Bruno Bettenzani   “Le è mai capitato di essere stato fregato da uno che indossava giacca e cravatta?”   La domanda mi è stata posta da un venditore il quale cercava di farmi capire che l’abbigliamento, nell’attività di vendita, non è importante. Anzi, diceva, quanto più un venditore è elegante, tanto più i clienti Leggi di piùL’abito non fa il monaco. O no?[…]

i venditori, sotto la pressione del pessimismo, dello scoraggiamento, della valanga di chiacchiere sulla crisi e delle percezioni che tutto questo parlare provoca, si convincono che non vi è modo di reagire alla situazione e rendono molto meno di quanto potrebbero rendere.

C’è la crisi. E allora?

di Bruno Bettenzani   In periodi di crisi, quelli che i venditori definiscono “i momenti difficili”, le vendite diminuiscono in genere più di quanto dovrebbero. Questa affermazione va spiegata, perché qualcuno potrebbe obiettare che le vendite scendono nella misura in cui accade che scendano, punto e basta. Se sono scese, per esempio, del 10%, ciò Leggi di piùC’è la crisi. E allora?[…]

Consiste innanzitutto nel risvegliare nelle persone le potenzialità e l’energia che esse posseggono e di cui non si sono ancora rese consapevoli. Non si tratta perciò di riempire dei vasi vuoti, ma di tirar fuori da dei vasi pieni ciò che essi, almeno in larga parte, già contengono. Il lavoro di un formatore di successo, più che a quello di un docente, assomiglia a quello di un allenatore che, mostrando concrete possibilità di cambiamento e di azione, stimola e spinge al raggiungimento di traguardi sempre più elevati.

Formazione: il futuro è già qui

di Bruno Bettenzani   “E’ più facile perdere un regno che un’abitudine!” ha detto Enrico IV. Aveva ragione: le abitudini, soprattutto quelle cattive, sono dure a morire e la formazione dovrebbe servire proprio a superare questa resistenza. Il che equivale a dire che per imparare bisogna prima disimparare. Ma la formazione, quella che abitualmente si Leggi di piùFormazione: il futuro è già qui[…]

E allora, qual è il nesso tra l’arte e l’azione? Il nesso è quel passaggio straordinario, quel momento unico, quell’attimo irripetibile in cui il pensiero e l’emozione generano l’input all’azione. Qualcuno dice che l’identità dell’essere umano sia proprio quel lasso di tempo, a volte pochi istanti, nel quale l’uomo decide di agire. Siamo ciò che decidiamo di essere.

Agire!

di Mario Palermo   L’anima cresce, come il corpo, con l’esercizio, essa cresce, come il corpo, con il movimento. La vita è movimento, il movimento è vita. Vassily Kandinsky   Questo noto pittore del novecento  è stato il fondatore dell’arte astratta, e lascia stupiti il fatto che possa avere scritto un adagio come questo. Ad Leggi di piùAgire![…]

CAPIRE, CONVINCERE E CONCLUDERE. Le tre “C” del successo nella vendita. Non esiste venditore che in teoria non sappia che il processo di vendita è composto da queste tre fasi: 1- capire cosa vuole il cliente 2- convincerlo dell’efficacia della nostra proposta 3- concludere. In teoria. Ma in pratica?

Video intervista a Bruno Bettenzani: CAPIRE, CONVINCERE, CONCLUDERE

  Non esiste venditore che in teoria non sappia che il processo di vendita è composto da queste tre fasi: capire cosa vuole il cliente; convincerlo dell’efficacia della nostra proposta; concludere.   In teoria. Ma in pratica? In pratica, spesso, le cose si svolgono diversamente: tentare di farsi real casino games capire prima di aver Leggi di piùVideo intervista a Bruno Bettenzani: CAPIRE, CONVINCERE, CONCLUDERE[…]

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close