E così il mondo si è riempito di sales promoter, sales rappresentative, sales account, key account, funzionari commerciali, consulenti di vendita, addetti alle relazioni con la clientela. Tutte persone che potrebbero rimanerci male e sentirsi sminuite se qualcuno dicesse loro: “Ma allora tu fai il venditore!” Che cosa c’è alla radice di questo non voler chiamare per nome il mestiere di vendere? Perché si sente la necessità di costruirci sopra definizioni a volte oscure a altre volte semplicemente improbabili?

Sei fiero di essere un venditore?

di Bruno Bettenzani   “Io non vendo, propongo”, mi disse tempo fa un giovane venditore (ma a questo punto non sono del tutto sicuro di poterlo chiamare così) che avevo fra i miei partecipanti a un training di vendita. Gli chiesi garbatamente per quale ragione avesse scelto di partecipare a un percorso formativo sulla vendita. Leggi di piùSei fiero di essere un venditore?[…]

Scrivere è un’azione molto concreta e così importante da poter determinare la qualità dei risultati di vendita. Credo anzi si possa dire che un venditore che non scrive non è un buon venditore.

Scrivere

di Bruno Bettenzani   I venditori, si sa, non amano scrivere. Da alcuni mi sono sentito dire che se ne avessero avuto voglia avrebbero scelto di fare gli impiegati. Siccome, invece, sono uomini d’azione, preferiscono concentrarsi su qualcos’altro. L’osservazione mi ha fatto riflettere e mi sono chiesto se anche scrivere non sia un’azione e se Leggi di piùScrivere[…]

Mi sono reso conto che le spiegazioni più ricorrenti contengono, quasi invariabilmente, espressioni come “un venditore serio è uno di cui ci si possa fidare”.

Parliamone seriamente

di Bruno Bettenzani   Accade spesso di sentir citare la “serietà” fra le caratteristiche che un venditore dovrebbe esprimere. Benché molti usino volentieri questo termine, è piuttosto difficile comprendere che cosa intendano. Ne è prova il fatto che, alla richiesta di una spiegazione, le risposte sono alquanto generiche, per non dire vaghe. Ne risulta così Leggi di piùParliamone seriamente[…]

L'alfabeto della vendita - Un tempo si pensava che la qualità più apprezzabile di un venditore fosse la loquacità: più parlava e più era bravo. Era la mitica figura del venditore d’assalto, buon conoscitore del suo prodotto, ma poco o nulla interessato alle esigenze del cliente, che infatti non conosceva. Parlava molto di sé, faceva poche domande, interrompeva spesso. In questo modo, credeva di avere la situazione sotto controllo. In realtà, non controllava nulla, perché non aveva capito quel che era essenziale capire: i bisogni del cliente.

L’alfabeto della vendita – parte 2

di Bruno Bettenzani       Determinazione Il verbo da cui trae origine questa parola è “determinare”. Questo ci dice che solo chi ha determinato con lucidità ciò che desidera ottenere può essere realmente deciso nel conseguirlo. Saper quel che si vuole è la prima condizione (necessaria anche se non sufficiente per ottenerlo). La determinazione Leggi di piùL’alfabeto della vendita – parte 2[…]

L'alfabeto della vendita - Un tempo si pensava che la qualità più apprezzabile di un venditore fosse la loquacità: più parlava e più era bravo. Era la mitica figura del venditore d’assalto, buon conoscitore del suo prodotto, ma poco o nulla interessato alle esigenze del cliente, che infatti non conosceva. Parlava molto di sé, faceva poche domande, interrompeva spesso. In questo modo, credeva di avere la situazione sotto controllo. In realtà, non controllava nulla, perché non aveva capito quel che era essenziale capire: i bisogni del cliente.

L’alfabeto della vendita – parte 1

di Bruno Bettenzani     Ascolto Un tempo si pensava che la qualità più apprezzabile di un venditore fosse la loquacità: più parlava e più era bravo. Era la mitica figura del venditore d’assalto, buon conoscitore del suo prodotto, ma poco o nulla interessato alle esigenze del cliente, che infatti non conosceva. Parlava molto di Leggi di piùL’alfabeto della vendita – parte 1[…]

L'abito non fa il monaco - ...mi sono sentito ripetere molte volte che “l’abito non fa il monaco” e credo di poter dare il mio contributo a fare chiarezza su un argomento che, se non fondamentale – anche se io ritengo che lo sia – è senz’altro importante: l’immagine del venditore.

L’abito non fa il monaco. O no?

di Bruno Bettenzani   “Le è mai capitato di essere stato fregato da uno che indossava giacca e cravatta?”   La domanda mi è stata posta da un venditore il quale cercava di farmi capire che l’abbigliamento, nell’attività di vendita, non è importante. Anzi, diceva, quanto più un venditore è elegante, tanto più i clienti Leggi di piùL’abito non fa il monaco. O no?[…]

Esiste tuttavia un denominatore comune alla vendita in molti settori merceologici che suona più o meno così: più contatti, più vendite.

Azione!

di Bruno Bettenzani   Probabilmente ciò che troverete scritto in questo articolo non riguarda qualsiasi tipo di vendita, o almeno non tutti i tipi allo stesso modo. Esiste tuttavia un denominatore comune alla vendita in molti settori merceologici che suona più o meno così: più contatti, più vendite.     Le cose stanno più o Leggi di piùAzione![…]

i venditori, sotto la pressione del pessimismo, dello scoraggiamento, della valanga di chiacchiere sulla crisi e delle percezioni che tutto questo parlare provoca, si convincono che non vi è modo di reagire alla situazione e rendono molto meno di quanto potrebbero rendere.

C’è la crisi. E allora?

di Bruno Bettenzani   In periodi di crisi, quelli che i venditori definiscono “i momenti difficili”, le vendite diminuiscono in genere più di quanto dovrebbero. Questa affermazione va spiegata, perché qualcuno potrebbe obiettare che le vendite scendono nella misura in cui accade che scendano, punto e basta. Se sono scese, per esempio, del 10%, ciò Leggi di piùC’è la crisi. E allora?[…]

Che cosa cercano i Clienti con i quali entriamo in contatto ogni giorno? Cercano ovviamente un buon prodotto e un servizio rapido, efficiente ed efficace. Potremmo dire in due parole che cercano Qualità.

La relazione: nuova frontiera della qualità

di Bruno Bettenzani   Che cosa cercano i Clienti con i quali entriamo in contatto ogni giorno? Cercano ovviamente un buon prodotto e un servizio rapido, efficiente ed efficace. Potremmo dire in due parole che cercano Qualità.   E chi di noi non la desidera? Se andiamo ad acquistare un qualsiasi prodotto chiediamo che il Leggi di piùLa relazione: nuova frontiera della qualità[…]

Vendere con successo - Articolo: Come diventare un venditore sprovveduto in 10 mosse

Come diventare un venditore sprovveduto in 10 mosse

di Andrea Bettenzani   Prima di intraprendere il viaggio alla scoperta dei principi fondamentali che ci aiuteranno a diventare un perfetto venditore sprovveduto, alcune indicazioni. Dobbiamo, in prima battuta, accettare un principio fondamentale: diffidate di chi vi chiede di allenarvi e prepararvi attentamente prima di intraprendere qualsiasi azione. Piuttosto, ciò che vi chiedo è un Leggi di piùCome diventare un venditore sprovveduto in 10 mosse[…]

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close