Seconda edizione 2018 training interaziendale di Management

  Abbiamo il piacere di comunicare che META FORMAZIONE sta lanciando la seconda edizione 2018 del training interaziendale di MANAGEMENT:     LE DATE: 1^ giornata: 18 ottobre 2018 2^ giornata: 14 novembre 2018 3^ giornata: 13 dicembre 2018 4^ giornata: 11 gennaio 2019 5^ giornata: 7 febbraio 2019 6^ giornata: 8 marzo 2019   LA SEDE: Gussago (BS)     Leggi di piùSeconda edizione 2018 training interaziendale di Management[…]

Formazione manageriale

Venicecom Academy: Training di management

  La leadership e il desiderio di apprendere sono indispensabili una all’altro. John Fitzgerald Kennedy   È molto bello poter constatare che vi sono aziende che comprendono il vero significato di queste parole. Non si limitano a citarle soltanto come uno slogan. Sono capaci di tradurre queste parole in piani di formazione concreti, pensati e Leggi di piùVenicecom Academy: Training di management[…]

Preview NUOVO LIBRO: QUESTO LO FACCIO GIA’ – Manuale dell’ovvio per vendere bene – di Andrea Bettenzani (2)

PREVIEW DEL NUOVO LIBRO QUESTO LO FACCIO GIA’ manuale dell’ovvio per vendere bene di Andrea Bettenzani   CLICCA QUI PER LEGGERE LA PRIMA PARTE       PREVIEW – PRIMO CAPITOLO CENTOVENTI CENTOTTANTA SECONDI     (…)   Sorridere.   Il sorriso si presenta spontaneamente in ogni bambino a partire dai sei mesi di vita Leggi di piùPreview NUOVO LIBRO: QUESTO LO FACCIO GIA’ – Manuale dell’ovvio per vendere bene – di Andrea Bettenzani (2)[…]

Preview NUOVO LIBRO: QUESTO LO FACCIO GIA’ – Manuale dell’ovvio per vendere bene – di Andrea Bettenzani (1)

  PREVIEW DEL NUOVO LIBRO QUESTO LO FACCIO GIA’ manuale dell’ovvio per vendere bene di Andrea Bettenzani     PREMESSA   “Con i miei clienti, questa cosa, la faccio già!” In quindici anni di attività come formatore, questa è la frase che spesso mi sono sentito dire da molti venditori partecipanti ai miei corsi di Leggi di piùPreview NUOVO LIBRO: QUESTO LO FACCIO GIA’ – Manuale dell’ovvio per vendere bene – di Andrea Bettenzani (1)[…]

L'ANIMA DELLA LEADERSHIP di Bruno Bettenzani

L’anima della leadership: RISTAMPA

      L’ANIMA DELLA LEADERSHIP   Un capo che ho avuto diversi anni fa soleva dire che la manipolazione, quando è fatta con eleganza, è lecita. Penso, oggi come allora, che volesse scherzare: nessuno che abbia buon senso potrebbe seriamente sostenere una cosa del genere. Del resto, il fatto che egli stesso fosse piuttosto Leggi di piùL’anima della leadership: RISTAMPA[…]

PERCHE’ I PROGRAMMI SALTANO SEMPRE? Anche questo è saltato. Troppi imprevisti! Troppe interruzioni. Tanto i programmi saltano sempre, per questa volta è andata così… Se queste frasi suonano famigliari è perché spesso sono dettate da difficoltà reali. Davvero non è possibile fare nulla o possiamo pensare di intervenire in qualche modo? La soluzione non è una bacchetta magica. Non sono i comportamenti che conosciamo bene e che sappiamo dovremmo applicare. La chiave di volta si trova più in profondità.

Video intervista a Mario Palermo: “PERCHE’ I PROGRAMMI SALTANO SEMPRE?”

PERCHE’ I PROGRAMMI SALTANO SEMPRE?   Anche questo è saltato. Troppi imprevisti! Troppe interruzioni. Tanto i programmi saltano sempre, per questa volta è andata così… Se queste frasi suonano famigliari è perché spesso sono dettate da difficoltà reali. Davvero non è possibile fare nulla o possiamo pensare di intervenire in qualche modo?       Leggi di piùVideo intervista a Mario Palermo: “PERCHE’ I PROGRAMMI SALTANO SEMPRE?”[…]

Nuovo training di Business Coaching

     Si definisce coaching il processo attraverso il quale si aiutano individui e gruppi di persone a raggiungere il massimo livello delle proprie capacità potenziali. Questo processo comporta l’espressione piena della forza delle persone, che vengono aiutate ad aggirare i propri limiti e le proprie barriere perché possano dare il meglio di sé, Leggi di piùNuovo training di Business Coaching[…]

Video intervista a Mario Palermo: “COSA VUOLE IL COLLABORATORE?”

  COSA VUOLE IL COLLABORATORE?   Quali sono i punti cardine da tenere sempre presenti per aumentare il benessere personale dei nostri collaboratori? Dal benessere personale a quello aziendale il passo è breve. Ciò che è complesso è tenere presente alcuni comportamenti che sfortunatamente sono spesso considerati come accessori.          

DOMANDARE NON E’ PIU’ LECITO… E’ D’OBBLIGO! Che cosa significa valutare? Il presupposto è lo stesso in qualsiasi definizione del termine “valutare”: capire.

Video intervista ad Andrea Bettenzani: “DOMANDARE NON E’ PIU’ LECITO… E’ D’OBBLIGO!”

  DOMANDARE NON E’ PIU’ LECITO… E’ D’OBBLIGO!   Che cosa significa valutare? Il presupposto è lo stesso in qualsiasi definizione del termine “valutare”: capire. Per capire è necessario ascoltare e per avere informazioni da ascoltare è necessario porre domande. Quali regole seguire per non fare del “colloquio di valutazione” un monologo?      Leggi di piùVideo intervista ad Andrea Bettenzani: “DOMANDARE NON E’ PIU’ LECITO… E’ D’OBBLIGO!”[…]

TRAINING INTERAZIENDALE DI VENDITA

Training interaziendale di Vendita – Edizione 2018

  Abbiamo il piacere di comunicare il lancio della nuova edizione del Training Interaziendale di Vendita:   L’eccellenza nella vendita: pensieri, parole e azioni     LE DATE: 1^ giornata: 16 aprile 2018 2^ giornata: 7 maggio 2018 3^ giornata: 8 giugno 2018   LA SEDE: Gussago (BS) c/o Meta Formazione Srl I contenuti del Leggi di piùTraining interaziendale di Vendita – Edizione 2018[…]

E così il mondo si è riempito di sales promoter, sales rappresentative, sales account, key account, funzionari commerciali, consulenti di vendita, addetti alle relazioni con la clientela. Tutte persone che potrebbero rimanerci male e sentirsi sminuite se qualcuno dicesse loro: “Ma allora tu fai il venditore!” Che cosa c’è alla radice di questo non voler chiamare per nome il mestiere di vendere? Perché si sente la necessità di costruirci sopra definizioni a volte oscure a altre volte semplicemente improbabili?

Sei fiero di essere un venditore?

di Bruno Bettenzani   “Io non vendo, propongo”, mi disse tempo fa un giovane venditore (ma a questo punto non sono del tutto sicuro di poterlo chiamare così) che avevo fra i miei partecipanti a un training di vendita. Gli chiesi garbatamente per quale ragione avesse scelto di partecipare a un percorso formativo sulla vendita. Leggi di piùSei fiero di essere un venditore?[…]

sette responsabilità del manager

Video intervista a Mario Palermo “LE SETTE RESPONSABILITA’ DEL MANAGER”

  LE SETTE RESPONSABILITA’ DEL MANAGER   Manager responsabili: abili a dare risposte. Ma a quali esigenze? Sette, tra le tante, che un manager responsabile dovrebbe capire, conoscere e alle quali dovrebbe saper dare risposte concrete e puntuali.        

training interaziendali

Calendario Training Interaziendali 2018

  Felici del successo che hanno avuto le iniziative lanciate nel corso del 2017 e soddisfatti di aver registrato una grande partecipazione ai percorsi interaziendali proposti, anche quest’anno lanceremo nuove edizioni dei Training Interaziendali di Management e di Vendita (M1 e V1). Inoltre, sulla scorta di richieste sempre più frequenti sul tema, proponiamo un nuovo Leggi di piùCalendario Training Interaziendali 2018[…]

L’augurio che ci piace diffondere quest’anno è quello di scartare i nostri comportamenti, le nostre azioni e le situazioni che viviamo spesso in modo scontato per scoprirne il vero valore.

Buon Natale 2017 da Meta Formazione

  OGNI VOLTA… A NATALE   Compiamo spesso alcune azioni senza troppo pensare al loro valore. Viviamo alcune situazioni senza riflettere sul loro portato. Pratichiamo spesso alcuni comportamenti senza soffermarci sulla loro importanza.   Sarebbe bello ogni tanto fermarsi per riflettere su tutti quei gesti quotidiani che sono diventati automatici, abituali o dovuti. Sarebbe bello Leggi di piùBuon Natale 2017 da Meta Formazione[…]

Quando si dice che “la preparazione è la chiave del successo”, ci si riferisce precisamente alla capacità di organizzare la buona riuscita di un’azione o di un percorso con disciplina e metodo.

I compiti a casa

di Bruno Bettenzani   Non eravamo entusiasti dei compiti a casa quando andavamo a scuola e non vedevamo di buon occhio gli insegnanti che ci “caricavano” di lavoro che consideravamo extra. E tuttavia, con lo sguardo della maturità e della consapevolezza,  non possiamo negare che la nostra formazione, la costruzione di un’abitudine alla fatica e Leggi di piùI compiti a casa[…]

Scrivere è un’azione molto concreta e così importante da poter determinare la qualità dei risultati di vendita. Credo anzi si possa dire che un venditore che non scrive non è un buon venditore.

Scrivere

di Bruno Bettenzani   I venditori, si sa, non amano scrivere. Da alcuni mi sono sentito dire che se ne avessero avuto voglia avrebbero scelto di fare gli impiegati. Siccome, invece, sono uomini d’azione, preferiscono concentrarsi su qualcos’altro. L’osservazione mi ha fatto riflettere e mi sono chiesto se anche scrivere non sia un’azione e se Leggi di piùScrivere[…]

Mi sono reso conto che le spiegazioni più ricorrenti contengono, quasi invariabilmente, espressioni come “un venditore serio è uno di cui ci si possa fidare”.

Parliamone seriamente

di Bruno Bettenzani   Accade spesso di sentir citare la “serietà” fra le caratteristiche che un venditore dovrebbe esprimere. Benché molti usino volentieri questo termine, è piuttosto difficile comprendere che cosa intendano. Ne è prova il fatto che, alla richiesta di una spiegazione, le risposte sono alquanto generiche, per non dire vaghe. Ne risulta così Leggi di piùParliamone seriamente[…]

Che cosa cercano i Clienti con i quali entriamo in contatto ogni giorno? Cercano ovviamente un buon prodotto e un servizio rapido, efficiente ed efficace. Potremmo dire in due parole che cercano qualità.

Verso una nuova frontiera della qualità

di Bruno Bettenzani   Che cosa cercano i Clienti con i quali entriamo in contatto ogni giorno? Cercano ovviamente un buon prodotto e un servizio rapido, efficiente ed efficace. Potremmo dire in due parole che cercano qualità. E chi di noi non la desidera? Se andiamo ad acquistare un qualsiasi prodotto chiediamo che il rapporto Leggi di piùVerso una nuova frontiera della qualità[…]

Vincere la paura di parlare in pubblico può essere molto difficile e sarebbe un errore pensare che questa difficoltà non riguardi i venditori. Anche fra loro c’è chi, pur sentendosi perfettamente a proprio agio in un colloquio con uno, due o anche tre clienti, cade in preda al panico al solo pensiero di dover parlare davanti a un pubblico di una trentina di persone o anche meno.

Davanti al pubblico: dal timore all’efficacia

di Bruno Bettenzani     Esistono persone che se dovessero scegliere fra parlare in pubblico e camminare sui carboni ardenti non avrebbero dubbi: si farebbero una bella camminata sulla superficie fumante,  pur sapendo che l’esperimento può comportare qualche rischio e non lasciare indenni le piante dei piedi, come peraltro è recentemente accaduto.   Vincere la Leggi di piùDavanti al pubblico: dal timore all’efficacia[…]

Essere leader: mobilitare energia; trasmettere positività; affrontare e vivere i problemi in chiave di opportunità; saper vivere (e far vivere ai collaboratori) i cambiamenti come occasione di crescita e non come disturbi.

MANAGEMENT: Seconda edizione del training interaziendale

  Essere leader: dalla visione al risultato. Una questione di scelte nei pensieri, nelle parole e nelle azioni   Abbiamo il piacere di comunicare che Meta Formazione propone una nuova edizione del training interaziendale di management nelle seguenti date: 1^ giornata: 6 novembre 2017 2^ giornata: 4 dicembre 2017 3^ giornata: 15 gennaio 2018 4^ Leggi di piùMANAGEMENT: Seconda edizione del training interaziendale[…]

L'alfabeto della vendita - Un tempo si pensava che la qualità più apprezzabile di un venditore fosse la loquacità: più parlava e più era bravo. Era la mitica figura del venditore d’assalto, buon conoscitore del suo prodotto, ma poco o nulla interessato alle esigenze del cliente, che infatti non conosceva. Parlava molto di sé, faceva poche domande, interrompeva spesso. In questo modo, credeva di avere la situazione sotto controllo. In realtà, non controllava nulla, perché non aveva capito quel che era essenziale capire: i bisogni del cliente.

L’alfabeto della vendita – parte 2

di Bruno Bettenzani       Determinazione Il verbo da cui trae origine questa parola è “determinare”. Questo ci dice che solo chi ha determinato con lucidità ciò che desidera ottenere può essere realmente deciso nel conseguirlo. Saper quel che si vuole è la prima condizione (necessaria anche se non sufficiente per ottenerlo). La determinazione Leggi di piùL’alfabeto della vendita – parte 2[…]

L'alfabeto della vendita - Un tempo si pensava che la qualità più apprezzabile di un venditore fosse la loquacità: più parlava e più era bravo. Era la mitica figura del venditore d’assalto, buon conoscitore del suo prodotto, ma poco o nulla interessato alle esigenze del cliente, che infatti non conosceva. Parlava molto di sé, faceva poche domande, interrompeva spesso. In questo modo, credeva di avere la situazione sotto controllo. In realtà, non controllava nulla, perché non aveva capito quel che era essenziale capire: i bisogni del cliente.

L’alfabeto della vendita – parte 1

di Bruno Bettenzani     Ascolto Un tempo si pensava che la qualità più apprezzabile di un venditore fosse la loquacità: più parlava e più era bravo. Era la mitica figura del venditore d’assalto, buon conoscitore del suo prodotto, ma poco o nulla interessato alle esigenze del cliente, che infatti non conosceva. Parlava molto di Leggi di piùL’alfabeto della vendita – parte 1[…]

L'abito non fa il monaco - ...mi sono sentito ripetere molte volte che “l’abito non fa il monaco” e credo di poter dare il mio contributo a fare chiarezza su un argomento che, se non fondamentale – anche se io ritengo che lo sia – è senz’altro importante: l’immagine del venditore.

L’abito non fa il monaco. O no?

di Bruno Bettenzani   “Le è mai capitato di essere stato fregato da uno che indossava giacca e cravatta?”   La domanda mi è stata posta da un venditore il quale cercava di farmi capire che l’abbigliamento, nell’attività di vendita, non è importante. Anzi, diceva, quanto più un venditore è elegante, tanto più i clienti Leggi di piùL’abito non fa il monaco. O no?[…]

Fare una formazione seria in questi tre ambiti equivale a stipulare una polizza assicurativa contro l’insuccesso.

Formazione: Facciamo il punto

Intervista a Bruno Bettenzani    D: Libri, manuali, test, corsi più o meno seri di formazione delle risorse umane, dal manager al magazziniere, se ne sente parlare quotidianamente. Come orientarsi?    R: E’ presto detto: la formazione è un investimento e deve produrre risultati. Il risultato più importante che è lecito attendersi da un percorso Leggi di piùFormazione: Facciamo il punto[…]

Non sempre le scelte si rivelano giuste e non sempre per ragioni legate agli altri o al territorio, quanto per la nostra capacità di esperire situazioni, luoghi e rapporti con gli altri con consapevolezza, profondità e forte motivazione a farlo.

Perché dovremmo?

di Mario Palermo   Fare formazione è come fare un viaggio. Ci si chiede perché partire e quale meta prediligere. Talvolta scegliamo di visitare posti nuovi, altre volte decidiamo per mete già visitate. Forse in passato ci è capitato di porre qualche resistenza all’idea del nostro partner o dell’amica del cuore di andare nuovamente a Leggi di piùPerché dovremmo?[…]

Esiste tuttavia un denominatore comune alla vendita in molti settori merceologici che suona più o meno così: più contatti, più vendite.

Azione!

di Bruno Bettenzani   Probabilmente ciò che troverete scritto in questo articolo non riguarda qualsiasi tipo di vendita, o almeno non tutti i tipi allo stesso modo. Esiste tuttavia un denominatore comune alla vendita in molti settori merceologici che suona più o meno così: più contatti, più vendite.     Le cose stanno più o Leggi di piùAzione![…]

Informato, preparato, possibilmente colto. Una persona profonda, che tutti vorrebbero incontrare e con la quale e piacevole parlare, e non perché racconta amenità o barzellette più o meno attuali, ma perché dice cose interessanti e che fanno pensare. Cosi dovrebbe essere il venditore professionista.

E tu, quando leggi?

di Bruno Bettenzani   Informato, preparato, possibilmente colto. Una persona profonda, che tutti vorrebbero incontrare e con la quale è piacevole parlare, e non perché racconta amenità o barzellette più o meno attuali, ma perché dice cose interessanti e che fanno pensare. Cosi dovrebbe essere il venditore professionista. E ovvio che queste caratteristiche non sono Leggi di piùE tu, quando leggi?[…]

Time management - Esistono persone che nel lavoro riescono a trovare fattori di motivazione e di realizzazione straordinari e, indipendentemente dalla loro funzione, si applicano nel quotidiano lavorativo con anima e passione.

La lezione di Sparta

di Mario Palermo   Le ultime statistiche sulla fedeltà delle persone al lavoro e all’azienda forniscono un’allarmante evidenza. Ci indicano senza ombra di dubbio che si è perso quello spirito di appartenenza, quel senso di identità aziendale che hanno vissuto più intensamente coloro che sono passati per il lavoro durante il boom economico degli anni Leggi di piùLa lezione di Sparta[…]

Qualcuno ha scritto che non sono le cose che ci accadono che ci procurano stress, ma l’interpretazione che noi ne diamo. Si tratta di un’ipotesi in prima battuta difficile da accettare e tuttavia ognuno di noi ha avuto più volte l’occasione di verificarne personalmente la fondatezza. Quante volte, infatti, ci è capitato di percepire e di vivere in modo radicalmente diverso situazioni del tutto simili?

Le cause dello stress: fuori o dentro di noi?

di Bruno Bettenzani   Che cosa ci procura stress? “Questo lavoro mi stressa…” “Lui mi stressa…” “Questa storia mi ha stressato…” Quante volte abbiamo pronunciato o ascoltato frasi come queste? Che cosa c’è di vero e di sensato in questo modo di esprimersi? Gli eventi esterni, i comportamenti di altre persone, i problemi e le Leggi di piùLe cause dello stress: fuori o dentro di noi?[…]

Dalla Sicilia all’Alto Adige, la domenica pomeriggio ricorre nei lavoratori un ritornello tipico dei tempi: “uffa, domani si ritorna al lavoro!” Tale frase non è soltanto un modo di dire, perché è sempre più evidente che chi lavora, spesso si ritrova a subire e dunque soffrire le otto ore in azienda.

Dal fare all’essere

di Mario Palermo   Fare o essere? Questo è il dilemma! Se sia più giusto subire i dardi della noia e dell’insensatezza di un lavoro, o nobilmente abilitante riconoscerne l’anima e la profonda ragion d’essere. Dalla Sicilia all’Alto Adige, la domenica pomeriggio ricorre nei lavoratori un ritornello tipico dei tempi: “uffa, domani si ritorna al Leggi di piùDal fare all’essere[…]

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close